IC GUICCIARDINI

PTOF

Print Friendly, PDF & Email

scarica il Piano Triennale dell’Offerta Formativa 2019-2022

Sintesi del PTOF 2019-2022

Il P.T.O.F. (Piano Triennale per l’Offerta Formativa) è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale progettuale della istituzione scolastica ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che la scuola adotta nell’ambito dell’autonomia, sulla base delle esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale.

FISIONOMIA DELL’ISTITUTO

L’Istituto Comprensivo “Via Guicciardini” – di Scuola Primaria e Secondaria di I grado – è composto dalle scuole “Ruggero Bonghi” e “Alfredo Baccarini”.
Simbolo ed espressione della propria identità è un Aquilone che l’Istituto ha scelto quale logo che lo identifica.
Le due scuole sono ubicate in un territorio immerso in un ambiente sociale multiculturale e ricco di un patrimonio archeologico, artistico, monumentale e museale unico al mondo.
Un territorio che si configura da sé come “aula-ambiente di apprendimento”, luoghi in cui lo spazio assume i contorni dello spazio educativo e il patrimonio si inserisce in un percorso di formazione che coinvolge le grammatiche di tutte le discipline. Studenti e docenti – attraverso la “ricerca sul campo” e la ricerca/azione ne colgono al meglio relazioni, connessioni, interazioni.
La Scuola ad inizio anno predispone progetti e un ampio piano di uscite per le attività di apprendimento nelle “aule all’aperto”.
Entrambe le sedi sono facilmente raggiungibili dagli utenti grazie alla vicinanza con i mezzi pubblici (metro e autobus cittadini).
Negli ultimi anni l’istituto si è dotato di un buon corredo informatico: ogni aula del plesso di via Guicciardini è fornita di notebook e di collegamento a internet utile per il funzionamento del registro elettronico.
I due edifici scolastici, risalenti alla fine del 1800, sono caratterizzati da ampie e luminose aule,
corridoi spaziosi e ben areati.
Entrambi i plessi sono forniti di: cucine, sale mensa, palestre, laboratori multimediali; il teatro solo nel plesso “R. Bonghi”

 

SCELTE METODOLOGICHE

I docenti sono consapevoli che per realizzare una scuola di qualità è necessario valorizzare la personalità di ciascun alunno, sollecitarne la motivazione ad apprendere e accrescerne l’autostima, attraverso il successo
formativo. Pertanto, le scelte metodologiche degli insegnanti per un processo di insegnamento/apprendimento efficace e coerente con gli obiettivi da perseguire si ispirano ai seguenti principi:

Cura della qualità delle relazioni interpersonali.
Creazione di un clima sociale positivo, caratterizzato da accoglienza, sicurezza, fiducia, autonomia, autostima, aiuto e collaborazione.
Cura degli ambienti di apprendimento.
Didattica innovativa e inclusiva.
Didattica per competenze.
Apprendimento cooperativo.
Ricerca-azione.
Percorsi individualizzati e personalizzati per gli alunni con bisogni educativi speciali.
Forme di peer tutoring, anche per supportare gli alunni con difficoltà.
Potenziamento delle metodologie e delle attività laboratoriali.
Attenzione a processi e stili individuali di apprendimento.
Definizione di un sistema di orientamento funzionale.
Criteri condivisi di valutazione.
E’ condivisa, inoltre, la flessibilità di un modello pedagogico aperto a differenti e molteplici piste educative.
Gli insegnanti organizzano laboratori di recupero, consolidamento e sviluppo, attività didattiche di approfondimento del curricolo a classi aperte, per gruppi misti o di livello.
In quest’ottica, inoltre, alcuni insegnanti sono utilizzati su classi parallele e/o verticali (scuola primaria) e nei laboratori pomeridiani (scuola secondaria).